Monte Bourel (mt. 2461) da Bergemolo – Demonte – CN

25 gennaio 2011

‘Il monte Bourel è quella bella piramide bianca che si vede da Demonte ed oggi era molto bella’ queste parole me le ha dette un mio amico neo GA incontrato domenica sera.

E cosi’ ieri martedi’ abbiamo deciso di ripeterla con alcuni amici. Il Bourel, da non confondre con il Borel anch’esso in zona, è solitamete una gita da fine stagione visto che presenta un pendio decisamente pericoloso e da effettuare con neve ben assestata. Si trova sullo spartiacque a cavallo tra la Valle Stura e Valle Gesso anzi per essere più precisi con la Valle Meris. Gita straconsigliata per l’ambiente con il Matto a un tiro di schioppo e l‘Argentera poco oltre.

 

Mini relazione:

Noi abbiamo fatto il pendio nord-ovest Metti gli sci a Bergemolo dal grande ‘olmo bianco‘, segui la pista da fondo che si inoltra nella valle fino ad arrivare ad una radura dove la pista da fondo descrive un ampio cerchio per ritornare indietro, la stradina prosegue a sinistra verso un gruppetto di case ma NON devi prenderla ma prosegui dritto verso la boschina molto rada e risalendo un po’ trovi un’altra stradina che seguirai fino alla fine del bosco . A questo punto ti trovi quà .Dirigiti verso destra fino a prendere lo spallone che nella foto è in ombra. Qui’ inizia la gita vera e propria, ti accorgerai del grandissimo scivolo privo di alberi che và dalla cima fino a fondo valle e traversalo. Adesso svolte a non finire saltando tra i pochi alberi rimastia fino ad un grosso masso e successivamente fino ad un piccolo terrazzino. Ora coltelli o ramponi o niente a seconda della neve e risali un centinaio di metri . Sei sulla facilissima cresta finale che pero’ non cosidererai assolutamente perchè i tuoi occhi salteranno da una cima all’altra (almeno a me è successo cosi’) :risata: . Valuta solo il pendio delle svolte..

 

Un ‘local’ alla partenza ci ha guardato un po’ straniti dicendoci che è una gita da fine stagione e in effetti a me quel tratto mi ha un po’ preoccupato (nei dintorni del grosso masso c’erano un po’ di accumuli) ma come ti ho già scritto i miei amici lo hanno addirittura ripetuto vista la bellissima neve.

Galleria Fotografica

Leave a Reply

Leggi articolo precedente:
Cima Palù (mt. 2538) da Carnino Superiore – Cuneo (scialpinismo)

Galleria Fotografica

Chiudi